16/03/2014 Soratte: il monte

Olèèèè, olèèèè, olèèèè: SORATTE!!!, il monte. Ma andiamo con ordine.

Classico appuntamento della domenica mattina al bar 5 Stelle. Stavolta le idee sono chiare fin dal principio: si tenterà di raggiungere Sant’Oreste il prima possibile, per poi provare la scalata al Monte Soratte, scalata più volte rimandata per l’ora tarda a cui si arrivava al paese. Andatura, quindi, sostenuta, ma senza strafare: se si vuole arrivare in cima e tornare a Fabrica senza troppi problemi, le energie vanno dosate nel miglior modo possibile e ciascuno deve assolutamente conoscere il proprio fisico e regolarsi di conseguenza. Alle 9 e 30 c.a. siamo già all’imbocco della sterrata che ci porterà fino ai piedi del Soratte, attraversando vari pascoli ed uliveti. Questo ci conforta non poco, ed iniziamo a credere che forse, stavolta, sarà quella giusta.

Prime foto nei pressi di un uliveto, tipica zona sosta/ristoro, per i bikers diretti al Soratte.

1557639_10201820233572866_704950959_n

La strada, sotto le ruote/one delle nostre MTB, procede veloce; il fango e le pozzanghere delle settimane precedenti si sono asciugate favorendo non poco la scorrevolezza delle bike.

1959257_10201820233292859_618193181_n

Giungiamo a Sant’Oreste verso le 11:00 e, dopo l’immancabile pausa caffè (stavolta offerto da Roberto B.), iniziamo l’ascesa. Certo, c’è sempre chi cerca di scoraggiare i più volenterosi con le solite frasi: “Ma che siete pazzi?”, “Quello che vedete lì, è solo l’inizio, dopo è molto peggio”, “Io non vengo”, “Ma dai, torniamo indietro che facciamo tardi”. Ma stavolta non c’è niente da fare: ci si guarda negli occhi e… si parte.

1016477_10201820230612792_1245197848_n

La salita comincia subito molta dura. Non guardo il Garmin,  per non impressionarmi da subito, ma siamo sicuramente sopra al 20%. Incontriamo e superiamo persone a piedi che ci incoraggiano e ci spronano con battute più o meno efficaci.  La salita è, come tutti ci aspettavamo, molto impegnativa (2 Km e 270 mt di dislivello) ed il gruppo si sfilaccia sotto il ritmo e la cadenza delle pedalate imposte da Roberto e Raimondo. Infatti, saranno loro i primi ad arrivare al piazzale del Convento (Convento di Santa Maria delle Grazie), fotografando il resto del gruppo che arriva disordinatamente.

1669827_1455552581345062_1427368347_o

Dal Convento la strada prosegue verso la cima: qui arriviamo solo alcuni di noi. Il paesaggio che si rileva ai nostri occhi ripaga, senza ombra di dubbio, la fatica fatta.

1527093_10201820228292734_1470239529_n

Ora, ci aspetta il rientro. Decidiamo di tornare dalla Flaminia per guadagnare tempo e non arrivare troppo tardi. Arriviamo a Fabrica intorno alle 13:00, stanchi, sfiniti, ma con il cuore e la mente pieni di emozioni e felicità per la splendida mattinata trascorsa.

Questa la traccia GPX e tutte le foto di oggi.

Saluti