08-02-2015 Strada bagnata, giro sul duro

Ore 8:00. Apro gli occhi qualche secondo prima che la sveglia suoni. È domenica, non voglio assolutamente fare tardi all’appuntamento delle 9:00. Dopo il forfait forzato della scorsa settimana, questo giro non me lo voglio perdere per nessun motivo al mondo. Come da previsioni c’è il sole, ma fa lo stesso molto freddo. Non m’importa, mi coprirò un po’ di più. Il tempo di prepararmi e sono in bici, diretto al bar Tetris. Quando arrivo, trovo già un gruppetto dei nostri che sta impazientemente aspettando l’arrivo degli altri per decidere il percorso odierno. Non c’è tanta scelta: le abbondanti piogge cadute durante tutta la settimana ci portano a decidere per un giro su un terreno duro, cercando di evitare, nel miglior modo possibile, fango e terreni poco battuti. In queste condizioni, il giro Centignano-Bassano in Teverina la spunta quasi sempre. Si parte, andatura controllata per scaldare i muscoli e per permettere al sole di salire e intiepidire un po’ la temperatura. Dopo Corchiano, ci aspetta il tratto in falsopiano fino a Centignano: lo affronto tranquillamente, senza forzare, chiacchierando con Luca (il fotografo). Quando arriviamo alla fine della salita e raggiungiamo gli altri, veniamo accolti dalle solite battute sui ritardatari… ma avevamo una buona scusa: la ruota posteriore della bici di Luca era un po’ frenata; ecco il motivo del nostro ritardo!!! Ma gli altri non la bevono, continuando a schernirci con le loro battute.

photo1423479216779

photo1423479215846

photo1423479216468

Proseguiamo il giro nelle campagne tra Vasanello e Bassano in Teverina. Rimango anche qui attardato, stavolta chiacchierando con Massimiliano. Raggiungiamo gli altri al bivio della provinciale tra Bassano ed Orte, cogliendo le ultime parole di un battibecco con una signorina che si lamentava della loro presenza alquanto ingombrante…

Arrivati a Bassano, ci dirigiamo al bar per il consueto caffè di metà mattina, stavolta offerto d Nicola. Dopo un piccolo spuntino a base di barrette ed integratori, siamo pronti per il rientro.

photo1423479218356

photo1423479221943

La sterrata che ci conduce fino alle porte di Vignanello è una gincana tra le pozzanghere. Alcune sono talmente estese da non poter essere evitate. Quanto alla profondità, me ne accorgo poco dopo, vedendo il mio piede scomparire e riapparire dall’acqua. Fortunatamente indosso i copriscarpe. Presi in saldo quasi tre anni fa, fanno ancora benissimo il loro mestiere: il piede rimane asciutto anche a contatto con l’acqua; 25 € spesi proprio bene.

Ricompattiamo il gruppo a Vignanello, al piazzale che ospita la fiera del freddo che si svolge a novembre, e concludiamo il giro rientrando, non prima di una nuova escursione nell’acqua, stavolta alle porte di Fabrica.

Non è finita: c’è ancora il tempo per un piccolo ristoro a base di miele e marmellata per Nicola, che al rientro dopo un lungo periodo di inattività, necessitava di un’altra dose di benzina per completare il giro.

È il momento dei saluti; a domenica prossima, tempo permenttendo…

photo1423479217410

Annunci

8/12/2013 Centignano – Bassano in Tev. – Vignanello

Si, è vero! Per alzarsi dal letto ed uscire di casa alle 8:30 di domenica 8 dicembre, con una temperatura di poco superiore allo zero ed una discreto strato di gelo che copre il prato del tuo giardino, o sei particolarmente “scemo”, o sei spinto da una forza oscura, o semplicemente, hai una passione che ti arde dentro e ti spinge a fare cose che il resto del genere umano non riesce a comprendere. Ed allora, eccoci qua, a descrivere un’altro giro in MTB che altri “scemi” hanno voluto condividere insieme a me. Il percorso affrontato non era certo nuovo, anzi… Sono strade e sentieri affrontati già altre decine di volte, ma che importa; l’importante è stare insieme, scambiasi due parole sulla settimana “lavorativa” trascorsa o ridere e schersare con il compagno che in quel frangente ci pedala al fianco. E’ semplicemente straordinario vedere come una “pedalata” in MTB possa congiungere il cammino di persone completamente diverse e distanti per età, situazioni lavorative e sentimentali, esperienze di vita o interessi culturali. Eccolo, allora, il giro di oggi: 57 Km c.a., 800 mt di dislivello ed un “guado” di un piccolo ruscello nei pressi di Vignanello, questo sì, nuovo e mai affrontato. Di seguito la consueta traccia GPX e qualche foto di una breve sosta in località Centignano.

Image

Image

Image

L’altimetria:

Image

10/11/2013

Allora? Che mi dite del giro di oggi? Vi è piaciuto?

Per chi non c’era e se lo è perso (Luca, ma che fai, manchi proprio oggi che ci serviva il fotografo ufficiale), l’itinerario ha toccato posti noti, ma anche nuovi (per lo meno per me). Centignano, Strada fila dei Cerri, periferia di Orte, periferia di Gallese, Corchiano, 65 Km e 939 mt di dislivello. Per le foto, ne ho “scovate” due.

Immagine

Immagine

La traccia GPX eccola

…dimenticavo… ecco il grafico altimetrico:

1

03/11/2013

Veramente bello il giro di oggi, tra salite e splendidi panorami autunnali. Le nostre colline in questo periodo sono qualcosa di eccezionale: il giallo che si miscela con il rosso che poi diventa marrone, colori caldi, come il sole che esce a metà percorso e riscalda le nostre ossa inumidite dalla foschia mattutina. Centignano, Passo della Beccaccia, Canepina e salita di Canepina verso la cimina per 54 km c.a. e 1057 mt di dislivello: non male! Ecco un paio di foto ricordo:

Immagine

Immagine

Questa l’altimetria…

03-11-2013_alt

E questa è la traccia GPX